Lettori fissi

venerdì 28 febbraio 2014

Rossetto Deborah Milano Red n°15.

Ciao a tutte! La review di oggi è su uno dei rossetti che amo di più: il Deborah Milano Red n°15.
Sono uscite 20 nuances, tutte molto accattivanti, l'offerta è stata ampiata ultimamente. Le Beauty-guru adorano la 08, un bel fucsia brillante.
Io acquistai un annetto fa il n°15 sull'onda emotiva del look dark che impazzava sia un anno fa sia nell'autunno appena trascorso.
Giusto compromesso, a metà tra il fucsia ed il mauve, non indurisce il makeup ma lo scalda grazie ad un finish brillante.
E' coprente già alla prima passata, se lo applico di giorno lo smorzo "picchiettandolo" sulle labbra coi polpastrelli. Si stende facilmente, scorre bene sulle labbra ed è cremoso. Non secca le labbra, anzi, le idrata.
Avendo le labbra palesemente asimmetriche ed essendo un colore intenso, preferisco applicarlo con un pennellino.
Il packaging richiama il lusso, in virtù della confezione interamente dorata satinata e dalla forma particolare. Su entrambi i tappi c'è l'adesivo con n° e colore del lipstick.
La durata è medio-alta.
Scadenza a 24mesi, costo intorno ai 10€.
Sono arricchiti in acido ialuronico per rimpolpare le labbra e hanno SPF 15.
Quanto all'Inci, non sto a riportarlo tutto, in terza battuta abbiamo della cera microcristallina, che come sappiamo è un idrocarburo di derivazione petrolifera, ovviamente (?) sono presenti dei siliconi però il comfort è dato da diversi olii presenti in formulazione.






Scrivetemi se ne avete provato qualcuno.
Alla prossima, ciao!


mercoledì 26 febbraio 2014

Post haul sui saldi Essence.

Ciao a tutte! Ieri sono andata da OVS, come Vi ho già anticipato su FB, e usufruendo sia dello sconto di 5€ della Vodafone sia dell'inizio degli sconti Essence, ho potuto comprare 2 palettine, 2 gloss, un primer labbra e delle jar per 2.14€.
Tutti questi prodotti stanno andando fuori produzione e per questo motivo sono saldati a 1.19€.
Le 2 palettine non hanno review positive su internet, una è sui toni nude-marrone-pescati e l'altra ha tonalità blu-grigio-argento. A prezzo pieno costavano 4.39€.
Questa è la Sun Club:


 


Questa è la Night Club:



Sono palette dalle dimensioni molto ridotte, sono grosse come la mia mano, e sono dotate di un pennellino doppio.

I gloss sono gli Stay with me che inspiegabilmente finiscono fuori produzione in tutte le colorazioni attualmente in commercio e saranno sostituiti, se non ricordo male, da nuove nuances.
Ho provato quello più scuro stamane e devo dire che resiste a lungo sulle labbra e non lo trovo particolarmente appiccicoso. A prezzo pieno costavano 2.49€.


Il primer labbra è quello della linea dei pigmenti, finiranno fuori produzione tutti i pigmenti più i primer labbra, occhi ed unghie. Anche questa scelta commerciale è abbastanza strana. A prezzo pieno costava 2.29€.
Infine, ho preso 2 jar che uso anche quando vado da qualche parte per portare via con me creme, fondo. A prezzo pieno costavano 1.59€.
Stamattina non ho resistito (il mio compagno dice che a me non dura niente nuovo) e ho provato un makeup con la Sun Club e un gloss.
Appena mi sarò fatta un'idea precisa, scriverò qui. Se anche voi avete fatto acquisti Essence di cose che andranno fuori produzione, scrivetemelo nei commenti e ditemi come vi siete trovate.
Vi ricordo il giveaway attivo.
Alla prossima, ciao!

martedì 25 febbraio 2014

I miei profumi serie luxury.

Ciao a tutte! Oggi post atipico sui profumi che uso maggiormente nelle occasioni. Per tutti i giorni scelgo profumi fruttati a basso costo di cui vi parlerò in un prossimo post. Mi scuso in anticipo se userò dei termini impropri per definire i diversi bouquet.
Potrei sembrare un po' lui:
http://www.youtube.com/watch?v=PfdkWbctzh8
Adoro Bulgari, la serie Omnia l'ho iniziata nel 2012, per il mio compleanno mi è stato regalato Omnia Amethyste e da allora non l'ho più abbandonato.
L'Omnia Amethyste è la confezione viola, il Coral è quello rosso ed il Crystalline è quello bianco perlato.
Il packaging è bellissimo, sembrano 3 gemme, 3 gioielli.
Della versione Amethyste e Coral posseggo anche il bagnodoccia e la crema e non hanno nulla da invidiare al profumo quanto a persistenza.
Se non erro, esistono in 3 versioni: 25ml (packaging differente), 40 ml e 65 ml.
Nel mio caso, l'Amethyste è 65ml, il Coral 40ml e il Crystalline è sui 5ml e mi era stato inviato come free sample richiesto sul loro sito.
Il mio preferito è il Coral, fruttato, con note di Ibisco, molto fresco, estivo, giovane.
Il più serioso è il Crystalline, con note di Sandalo Bianco ed Iris.
L'Amethyste ha un bouquet più floreale, delicato, primaverile.
Mi è stato anche regalato il Jasmin Noir, un profumo intrigante, sa di mistero, è sensuale, di carattere. La confezione è bellissima, sembra un cassetto, inoltre è presente una minitaglia da 10ml da portare sempre con sé. Il profumo in questo caso è da 30ml.
Vi riporto i dettagli presenti sul loro sito:
  • Omnia Amethyste note olfattive:
Famiglia olfattiva: floreale - floreale
Note di testa: linfa verde e pompelmo rosa
Note di cuore: fiore di iris e bocciolo di rosa bulgara
Note di fondo: eliotropo e Solar Wood
  • Omnia Coral note olfattive:
Famiglia olfattiva: floreale - fruttata
Note di testa: bergamotto e bacche di goji
Note di cuore: fiore di ibisco e ninfea
Note di fondo: melagrana e legno di cedro
  • Omnia Crystalline note olfattive:
Famiglia Olfattiva: Floreale Legnosa
Nota di Testa: Mandarino Italiano, Fiore di Loto
Cuore: Fiore di Loto, Concreta di Iris, Eliotropio
Fondo: Legno di Sandalo bianco, Benzoino del Siam, Musk
  • Jasmin Noir note olfattive:
Famiglia olfattiva: Fiorita Legnosa Sensuale
Note di testa: Linfa Verde e Petali di Gardenia
Note di fondo: Assoluta di Gelsomino Sambac, Mandorla Satinata, Precious Wood, Liquirizia e Assoluta di Fava Tonka

4 profumi per tutti i gusti, per tutti i nasi, anzi. Anche la vista è appagata con packaging unici, preziosi, e confezioni-scrigno.

Il prezzo è abbordabile, siamo intorno ai 60€ per la confezione da 65ml di Omnia, 35-40€ per quelli da 25ml. Se non ricordo male. Un piccolo lusso che appaga i sensi.
Vi ricordo il giveaway attivo!
Alla prossima, ciao!

 




lunedì 24 febbraio 2014

Siero Phytolisse di Phyto.

Ciao a tutte! La review di oggi è sul Phytolisse siero di Phyto.
Lo uso cotidie, giusto una pushata miscelata ad una piccola quantità di Phyto 9 e soprattutto solo sulle punte.
L'effetto è immediato, i ricci appaiono subito più lucidi e lisci, meno crespi.
Si può applicare sia sui capelli umidi sia su quelli asciutti, non si risciacqua, l'ho sempre e solo applicato dopo l'asciugatura.
Non appesantisce i capelli, ha un odore piacevole e neutro, il liquido è trasparente.
Non ricordo il prezzo esatto, l'avevo preso in promo, direi sui 15€. Sono 50ml ma tanto se ne usa pochissimo e dura secoli.
Promette anche di riparare le doppie punte ma ovviamente l'effetto è solo estetico. Viene da sé che per lucidare, eliminare il crespo con solo qualche goccia di prodotto ed in più essere estremamente fondente e non pesante per la fibra capillare, non può che essere un concentrato di siliconi e pure con prezzo non bassissimo.
La texture si presenta piuttosto liquida e quasi oleosa.
Il packaging è di vetro, ho il terrore che mi scivoli e vada in mille pezzi.
Inci:
cyclopentasiloxane (silicone volatile)
cyclohexasiloxane (non c'è nel Biodizionario ma è un silicone volatile doppio rosso)
alcohol denat * (solvente)
dimethiconol (antischiuma, emolliente, silicone)
panthenol (vit B5, antistatico)
parfum
Althea Officinalis root extract * (emolliente)
Phytantriol (additivo biologico)
* = di origine vegetale e naturale.
Peccato che la presenza di siliconi infici quanto di buono vi possa essere nella formula ed anche il fatto che io abbini questo siero alla Phyto9 (che, per quanto ne so, non contiene siliconi).
I siliconi rivestono la fibra capillare, la lucidano e la lisciano ma è come se la rendessero impermeabile alle sostanze "buone" della formulazione. Viene da sé che anziché idratare, alla lunga secchino.

Vi ricordo il giveaway attivo ancora questa settimana, partecipate!
Alla prossima, ciao!

venerdì 21 febbraio 2014

Lip volume di Kiko.

Ciao a tutte! Continua la rassegna di prodotti che ho acquistato nel tentativo, più o meno vano, di aumentare il volume delle mie labbrette.
Vi lascio qui e qui i link ai precedenti articoli in merito, se avete voglia/piacere di leggerli.
Il lip volume di Kiko si presenta come una cremina leggera, liquida, bianca, e non come un gloss, a differenza dei prodotti già recensiti.
Si applica in piccola quantità sulle labbra e si lascia asciugare. All'inizio dà un effetto leggermente lucido che rapidamente scema via via che la crema viene assorbita.
Sono 15ml, costa 6.90€, scadenza a 12mesi.
E' un tubetto con beccuccio da cui fuoriesce il prodotto che va massaggiato col dito.
Secondo me non si può usare se si è in giro vista la consistenza liquida, il colore e il modo in cui va messo.
Va usato con costanza, come quello di IsolaVerde. Almeno un paio di volte al giorno, mi disse la commessa che riuscì a rifilarmelo.
L'effetto su di me è deludente, lo applico più volte nell'arco della giornata e ho notato solo una "stiratura" delle increspature e delle rughette che fisiologicamente tutte hanno, come se le labbra "tirassero".
Non lo ricomprerei. Giro la palla ad Alessia di Makeupfoodandfashion: io so che lei lo usa ogni sera, lei non sa che io lo so. E' gradita una sua spassionata opinione.
Alla prossima, ciao!
PS: ricordatevi di partecipare al give!
 
 


giovedì 20 febbraio 2014

L'Oreal Professionnel Intense Repair shampoo e maschera.

Ciao a tutte! Oggi continuo con le review sulle maschere che alterno per i miei capelli ricci e secchi.
Quella di oggi è della L'Oreal Professionnel, linea Intense Repair, packaging giallo.
Lo shampoo sono 250ml, l'ho pagato intorno ai 10-11€.
La maschera sono 200ml e costa 13€, quella da 500ml conviene di più costando 22€.
Li acquisto da Tigotà però i prezzi che vedo in giro sono molto variabili.
Gli Inci sono tutt'altro che eco-bio, vi sono PEG e siliconi, ma la maschera contiene 3 condizionanti che la rendono una delle più districanti che abbia mai usato.
Ho provato ad usare il solo shampoo ma devo dire che la loro azione si esplica maggiormente se abbinati. Difficilmente uso shampoo-balsamo-maschera-prodotto styling della stessa marca/linea.
Ottengo ricci ben definiti, lucidi e che mantengono la piega a lungo, stranamente fino allo shampoo successivo.
Voto shampoo: 7, non mi entusiasma particolarmente, né più né meno di altri. Ha il vantaggio che si preleva tramite "pushate" così si evitano sprechi di prodotto.
Voto maschera: 9, districa rapidamente, ne basta pochissima e i tempi di posa non sono biblici.
Gli effetti positivi si vedono già dalle primissime applicazioni.
Vi ricordo di partecipare al giveaway qui, se non lo avete ancora fatto.
Spero di esserVi stata utile. Alla prossima, ciao!

martedì 18 febbraio 2014

Lipgloss volumizzante DoBrasil di IsolaVerde.

Ciao a tutte! Oggi continuo il filone dei gloss che aiutano a volumizzare labbra non esattamente prominenti come le mie.
Quello odierno è di DoBrasil di IsolaVerde, catena che ha iniziato a prendere piede da 3-4 anni a questa parte.
Contiene Hilurlip, molecola brevettata che promette di incrementare il volume labiale del 18% (minimo!) con l'utilizzo costante per un mese.
Ho comprato questo gloss l'estate scorsa approfittando dell'offerta del periodo e l'ho pagato 5€, normalmente mi sembra che ne costi 15.
Non è quindi ad effetto immediato come quello di Bottega Verde di cui vi ho parlato qui, ma esplica la sua azione nel tempo.
Ha un gradevolissimo "effetto freddo" sulle labbra, col caldo estivo mi ricordavo di applicarlo proprio in virtù di questo e devo dire che grazie alla costanza le mie labbra risultavano più grosse ogni giorno di più. L'ho abbandonato nella trousse con l'arrivo dell'autunno ed ho ripreso ad usarlo solo da qualche giorno.
E' un gloss trasparente, per nulla appiccicoso, si applica col solito applicatore a spugna e sulle mie labbra ha una durata media di 2 ore circa. Non pizzica, si sentono solo le labbra fresche.
Vi metto cmq una foto delle mie labbra ma dovrei rimettervela tra un mese dopo un utilizzo quotidiano, solo così potete apprezzarne gli effetti.
Voto: 8. Non irrita ed è l'unico che col tempo mantiene le promesse. Quello di Bottega Verde merita un 9 per l'effetto immediato ma nel tempo io non ho notato un aumento delle labbra.
Vi ricordo il give a questo link!
Spero di esserVi stata utile. Alla prossima, ciao!


lunedì 17 febbraio 2014

Mi correggo! Il correttore:complemento indispensabile di ogni makeup feat. Makeupfoodandfashion.

Ciao a tutte! Il post di oggi è sui correttori, prodotto makeup fondamentale nel beauty di ognuna di noi.
E' una collaborazione con Alessia di Makeupfoodandfashion, qui trovate il suo articolo, come sempre molto professionale e piacevole da leggere.
I correttori esistono con diverse packaging, texture e colori per coprire ogni genere di imperfezione e segno, a patto di saper scegliere quello ottimale per la nostra problematica.
Per quanto concerne la texture, si possono trovare correttori fluidi, polvere (per pelli grasse), stick.
Packaging:
-a penna, più pratico, di solito il prodotto fuoriesce ruotando una ghiera così si evita di infilarci dentro le dita e di inquinarlo, e poi lo si stende con le dita o col pennello apposito,
-in stick, che si applica direttamente sull'imperfezione o si preleva con un pennellino,
-i compatti, si possono prelevare anche con la spugnetta se non si vogliono usare le dita,
fino a quelli più moderni con la spugnetta già incorporata per dosare al meglio il prodotto da applicare.
Colori: si va dal classico beige più o meno chiaro che copre l'imperfezione o, se particolarmente scuro, ci aiuta nel contouring, al giallo che nasconde le imperfezioni violacee e illumina un colorito grigiastro, al verde che, come in chirurgia, annulla il rosso (io lo uso sui brufoli infiammati ma anche couperose), all'arancio per le occhiaie bluastre, a violetto per illuminare.
Pensate alle CC cream colorate che esplicano, in modo più soft, quel che fa un correttore colorato.
Applicazione: come insegnano le beauty-guru, dito anulare che è il più delicato/a minor pressione e si picchietta fino alla fusione del correttore col nostro incarnato. In alternativa si può usare lo stesso pennello del fondo o quello piccolo apposito così si raggiunge anche la zona più remota del contorno perioculare.
Personalmente, applico il concealer dopo il fondo/BB almeno ne applico meno, essendo più pastoso, ed evito l'effetto "cerato", cmq de gustibus.
Veniamo, finalmente dopo questo lungo preambolo, ai miei correttori più amati:
-correttore verde chiaro di Euphidra, lo uso sui brufoletti e sulle venuzze ai lati del naso, è a penna, non ricordo quanti ml siano ma ad occhio direi sui 2ml, scadenza a 18mesi, prezzo meno di 10€, dovrei averlo pagato 5€ in offerta in parafarmacia. Come si vede dalla foto, una volta steso risulta grigiastro e per questo motivo è l'unico correttore che applico prima del fondo/BB;



-correttore Instant Anti-age di Maybelline, ve ne ho parlato qui, non vi avevo fatto lo swatch;
 

-correttore stick di Bottega Verde, come si vede dalla foto ne rimane pochissimo, è piuttosto pastoso e coprente, la colorazione è nocciola (ne esistono 4 disponibili), non ricordo quanto l'ho pagato, a prezzo pieno costa 12.99€ con scadenza a 24mesi;


-correttore a penna di Bottega Verde, colorazione beige-rosa, l'ho appena finito, ho fin rimosso la parte che incorpora il pennellino per riuscire a raschiare fino all'ultima goccia. E' il mio preferito, devo ancora ricomprarlo perché prima vorrei smaltire gli altri. Vi metto il link al loro sito per questo prodotto
http://www.bottegaverde.it/make-up/correttori-e-fard/correttore-stilo-illuminante-anti-occhiaie-con-vitamina-e-ed-estratto-di-vaniglia--1150400.html
Un correttore che amavo e che è uscito di produzione, è il Re-Touch Light Reflecting di Catrice, ve ne ho parlato qui , anche questo era a penna, molto illuminante.
Vi lascio al post di Alessia.
Vi ricordo il giveaway Firmoo ancora aperto sul mio blog.
Alla prossima, ciao!

domenica 16 febbraio 2014

GIVEAWAY in collaborazione con FIRMOO!!!

Ciao a tutte! Mio primissimo giveaway sponsorizzato da Firmoo.
In palio vi sono ben 5 favolosi premi.
Tutti i 5 vincitori potranno scegliere il loro paio di occhiali solo ----> QUI.
L'unica spesa sono le spese di spedizione che per l'Italia sono 18.75USD, ossia 13.76€.
Il give inizia oggi, 16 febbraio 2014, e terminerà il 2 marzo 2014.
Farò un post  per dire chi ha vinto e contatterò i vincitori per mail.
Regole per partecipare (seguendo Rafflecopter, poco sotto, dovrebbe essere più semplice):
1) Visitare questa pagina Firmoo classic series e scegliere il paio di occhiali che preferite e che vorreste ricevere se sarete uno dei fortunati vincitori. Copiate il collegamento ipertestuale e linkatelo in un commento sotto a questo post, insieme alla vostra mail cui contattarvi in caso di vincita.
2) Condividere questo concorso su uno dei vostri social network (blog/FB/etc) e linkatemi la condivisione nel commento.
3) Diventare followers di questo blog tramite GFC, scrivetemi il Vostro nick nel commento.
4) Potete lasciare un secondo commento se diventate fan della pagina FB di Firmoo e di Curly chemistry make up ( ecco i link qui e qui) .
Ricordo che gli occhiali da vista includono la cornice e le lenti monofocali 1,50.

RICAPITOLANDO, dovete postare un unico commento con:
-link degli occhiali preferiti e della condivisione del concorso (facoltativa).
-una vostra mail cui contattarVi in caso di vincita
-Vostro nick GFC.
Avete diritto ad un secondo commento se siete fan delle 2 pagine FB.
Se avete domande, contattatemi pure privatamente, qui o su Facebook, Curly Chemistry.
Firmoo mi invierà un code che io girerò ai vincitori per poter ordinare i loro occhiali preferiti direttamente dal sito.
E' tutto. Queste poche regole per aggiudicarvi un paio di occhiali Firmoo (spese di spedizione escluse).

a Rafflecopter giveaway
Firmoo è il più popolare store online di occhiali da vista e da sole. Trovate la migliore qualità al minor prezzo. Celebri le iniziative per i nuovi clienti come il Programma per testare i loro prodotti, per maggiori informazioni vi invito a cliccare QUI.
Augurando a tutti buona fortuna, Vi lascio una carrellata di occhiali Firmoo che trovo particolarmente belli:



venerdì 14 febbraio 2014

Maschera peel off all'acido glicolico di Bottega Verde.

Ciao a tutte! La review di oggi è sulla maschera peel off di Bottega Verde che, sfruttando le proprietà esfolianti dell'acido glicolico, permette di rimuovere cellule morte ed impurità dalla pelle del viso.
Sono 100ml, costa 18.99€ (l'ho presa all'outlet a 4.99€), scadenza a 12mesi.
Bisogna applicarne uno strato molto sottile, non c'è un tempo di posa vero e proprio, di solito noto che inizia a staccarsi nei punti più sollecitati dalla mimica facciale (a lato del naso, in particolare) e si tira via agevolmente.
Sì, si tira via tutta la pellicola, non si lava, è appunto peel off.
Naturalmente, se vi strofinate la pelle con gli aggeggi (costosissimi!) di ultima generazione, spugnette, spazzolini, e raschietti vari, questa maschera vi fa fresco.
Tuttavia, devo ammettere che quando la tolgo la pelle è più liscia e luminosa.
Sbagliando, la uso un giorno sì e uno no (le maschere andrebbero fatte 1-2 volte alla settimana), non ho avuto reazioni particolari di sensibilizzazione e noto che la rughetta di espressione in mezzo agli occhi (mi ostino a non portare gli occhiali per miopia in modo continuativo) è meno evidente.
Del resto, l'azione dell'acido glicolico è di tipo "meccanico", un po' come i siliconi che sono riempitivi, questo è esfoliante, ergo prima o poi il suo lavoro lo fa. Ovviamente deve essere alle percentuali adeguate -siamo pur sempre in ambito "casalingo" e cosmetico- non ricordo quale sia quella che usano in dermatologia per eliminare i segni dell'acne, ad esempio.
La texture della maschera è molto gelatinosa, gommosa ed appiccicosa, trasparente, difficile da stendere perciò bisogna armarsi di pazienza e non abbondare nella quantità.
Della mia "fissa" per l'acido glicolico ve ne avevo già parlato qui.
Inci:
aqua
glycerin
polyvinyl alcohol (PVA, filmante, non c'è in Biodizionario)
glycolic acid (agente tampone)
sodium hydroxide (agente tampone, denaturante)
cellulose gum (legante, stabilizzante emulsioni, viscosizzante, filmante)
propylene glycol (umettante, solvente)
diazolidinyl urea (conservante)
PPG-26-buteth-26 (antistatico, emulsionante)
PEG-40 hydrogenated castor oil (emulsionante, tensioattivo)
parfum
disodium EDTA (sequestrante, viscosizzante)
methylparaben (conservante)
propylparaben (conservante)
hexyl cinnamal (allergene del profumo)
linalool (allergene del profumo)
limonene (allergene del profumo)
benzyl salicylate (allergene del profumo)
geraniol (allergene del profumo)
citronellol (allergene del profumo)
butylphenyl methylpropional (allergene del profumo)
CI 14720 (colorante cosmetico)
Tanti, troppi pallini rossi. Su di me non ha fatto reazioni strane ma non so se la consiglierei, sul tubetto non indica per quali tipi di pelle va bene questa maschera.
Naturalmente, bisogna evitare le esposizioni ai raggi UV poiché rimuovendo lo strato superficiale, la cute rimane più delicata.
Alla prossima, ciao!


giovedì 13 febbraio 2014

Lamiapelle crema viso, review post utilizzo.

Ciao a tutte! Ho ultimato la jar dei free samples che mi erano arrivati della crema viso Lamiapelle.
Ve ne avevo parlato qui.
Devo dire che mettendo tutto il contenuto delle 5 buste (per un totale di 25ml, quantità giusta per farsi un'idea del prodotto) in un contenitore e lasciandolo aperto per qualche ora, l'odore solforato cui accennavo nella review precedente, se ne è andato.
E' rimasto solo il piacere di usare questa crema che idrata a fondo la pelle e non crea problemi nonostante l'Inci non sia proprio dei migliori.
Continuo a ribadire la mia perplessità nell'utilizzo di siliconi nelle creme viso.
Se solo venisse migliorata la composizione, preferendo determinati conservanti piuttosto che altri ed eliminando i derivati petrolati, penso che sarebbe la mia crema ideale proprio per il finish che ha sulla mia pelle.
Mi è dispiaciuto finirla anche perché, dopo aver visto la storia degli inventori di questo prodotto, mi piace la loro politica aziendale e mi ero "affezionata" a questa crema nata dal genio di 2 Colleghi Chimici.
Spero di esserVi stata utile, alla prossima. Ciao!

mercoledì 12 febbraio 2014

Crema viso al limone e cetriolo di L'Erbolario.

Ciao a tutte! La review di oggi è su una crema giorno per pelli grasse ed impure.
Scrivo e sottolineo che è da giorno perché, appena comprata, non ho resistito e l'ho applicata sul viso mio e del mio compagno prima di nanna e siamo dovuti andare a lavarci di nuovo la faccia sennò sporcavamo i cuscini.
In effetti c'è scritto "leggero effetto coprente" ma pensavo che si fondesse maggiormente con la pelle, un po' come quando picchietto sui brufolini il correttore verde, si fissa e non sporca gli indumenti.
Bene, dopo questo inizio col botto, ho letto l'Inci ed era meglio se non lo facevo.
Diciamo che prima di aprire questo blog non badavo molto a quello che mi spalmavo in faccia, ovviamente da chimico sapevo cosa fosse da evitare e cosa no, però non ci facevo molto caso alla composizione cosmetica dei prodotti che compravo in erboristeria ed in farmacia.
Errore! Come ho già più volte sottolineato, anche in creme come quelle della Vichy (il cui slogan è "la salute passa anche dalla pelle") si trovano i siliconi, ad esempio.
Per non parlare del celeberrimo olio Johnson Baby che in realtà è petrolio ed è pure destinato ai neonati.
Come sempre, se si legge quanto è scritto sulle confezioni, ti promettono di diminuire punti neri/comedoni.
All'iper avevo visto un fondo nuovo di Maybelline che assicura di migliorare la grana della pelle usandolo costantemente. Leggi l'Inci ed è silicone puro.
Finchè me lo dice la Maybelline, marca commerciale da ipermercato, me ne frego ma se mi vuole intortare -mettendoci dimethicone- anche una marca rispettabile come L'Erbolario mi adiro. D'accordo che ci sono i 2 estratti di limone e cetriolo a concentrazioni maggiori, però perché rovinare tutto mettendoci propylene glycol, PEG, dimethicone e addirittura un conservante che può rilasciare formaldeide?
Il colore della crema, piuttosto pastosa, è grigiastro, lo uso come base per la BB per attenuare i rossori delle imperfezioni. Ne uso pochissima perché mi ricorda come consistenza e come finish - almeno sulla mia pelle mista- le maschere di argilla. Sento come se si fissasse e la pelle "tira" leggermente.
Il colore ricorda un po' le BB orientali, tipo la celeberrima Skin79.
Ha un profumo di olii essenziali buonissimo, agrumato.
Sono 50 ml e costa intorno ai 13-14€.
Inci:
aqua
polyglyceryl-3 methylglucose distearate (emulsionante)
CI 77891 (colorante cosmetico, il biossido di titanio, opacizza)
cetaryl ethylhexanoate (emolliente)

propylene glycol (umettante,solvente)
tocopheryl acetate (vit E,antiossidante)
C12-15 alkyl benzoate (emolliente)
lysine carboxymethyl cysteinate (additivo biologico)
Citrus medica limonum extract (vegetale)
glycerin (denaturante,umettante,solvente)
cucumis sativus extract (emolliente)
rosmarinus officinalis extract (vegetale)
PEG-90 stearate (tensioattivo)
glyceryl stearate (emolliente,emulsionante)
amynomethyl propanol (neutralizzante,regola il pH)
tocopherol (vitE,antiossidante)
lecithin (antistatico,emolliente,coprente)
ascorbyl palmitate (vitC,antiossidante,coprente)
citric acid (agente tampone,sequestrante)
acrylates/C10-30 alkyl acrylate crosspolymer (filmante)
parfum
lysine thiazolidine carboxylate (tensioattivo,condizionante cutaneo)
disodium EDTA (sequestrante,viscosizzante)
dimethicone (silicone,antischiuma,emolliente)
imidazolidinyl urea (conservante,può rilasciare formaldeide)
phenoxyethanol (conservante)
methylparaben (conservante)
butylparaben (conservante)
ethylparaben (conservante)
propylparaben (conservante)
talc (assorbente)
CI 77163 (colorante cosmetico)
CI 77491 (colorante cosmetico)
CI 77492 (colorante cosmetico)
CI 77499 (colorante cosmetico)
Ho letto di persone con la pelle a tendenza acneica che la usano da anni e anni senza problemi.
Continuerò ad usarla, se non altro per finire la confezione, visto che l'ho comprata. Vi farò sapere se sul lungo periodo avrò i punti neri VISIBILMENTE ridotti.
Alla prossima, ciao!
 

martedì 11 febbraio 2014

Defence Hair di BioNike maschera ristrutturante.

Ciao a tutte! Ho una serie di maschere capillari in arretrato da recensirvi.
Parto oggi con quella di BioNike per capelli danneggiati e sfibrati, maschera ristrutturante nutriente.
In dispensa ho una serie di maschere che prendo e mollo a seconda del momento, anche per evitare che il riccio si abitui.
Questa era parecchio che ce l'avevo lì da smaltire. L'ho usata moltissimo l'estate scorsa, soprattutto in vacanza, per riparare i danni di sole e salsedine.
E'un tubo da 200ml, costava intorno ai 12-15€ in parafarmacia.
Non ha conservanti, non ha profumo ed è senza glutine.
Si massaggia anche sul cuoio capelluto e si tiene in posa un paio di minuti (ovviamente, l'ho sempre tenuta qualche minuto in più).
L'effetto districante sui miei ricci quando erano più corti era migliore, ora che sono lunghi ben oltre le spalle, lascia un po' a desiderare. C'è da dire però che quando procedo con l'asciugatura, il riccio è ben definito e la piega dura di più rispetto ad altre maschere di cui Vi scriverò a breve.
Inci:
aqua
glycerin (denaturante,umettante,solvente)
PEG-200 (umettante,solvente)
myristyl alcohol (emolliente,stabilizzante emulsioni,viscosizzante)
behenamidopropyl dimethylamine (antistatico,emulsionante)
dimethicone (silicone, antischiuma,emolliente)
polyquaternium-10 (antistatico,filmante)  
citric acid (agente tampone,sequestrante)
polyquaternium-6 (antistatico,filmante)
hydrolyzed rice protein (antistatico, proteine del riso)
panthenol (antistatico)
adansonia digitata pulp extract (emolliente,umettante,condizionante cutaneo)
butyrospermum parkii butter (shea butter, condizionante,additivo reologico)
simmondsia chinensis oil (jojoba seed oil, emolliente)
ceramide-2 (sul Biodizionario c'è la 3 col doppio verde, questa non c'è, additivo, condizionante)
hydrogenated lecithin (emulsionante)
trehalose (umettante,idratante)
cholesterol (emolliente,emulsionante)
lonicera japonica extract (honeysuckle flower extract,condizionante cutaneo)
Peccato per quel polietilenglicole in seconda posizione e per il solito silicone che non ha senso in un prodotto che dovrebbe essere per capelli secchi essendo un disidratante.
Voto: 6 e mezzo perché una volta asciutti i ricci sono belli, sennò l'Inci contiene PEG e silicone, il costo non è bassissimo e l'effetto districante non è granchè sul capello lungo.
Devo ancora trovare la MIA maschera.
Alla prossima, ciao!